Credito d'imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo

di Giancarlo Renzetti

Stampa la pagina
foto

Altre misure a sostegno dell’economia in tema di locazione

L’art. 28 del d.l. n. 34/2020 c.d. “Decreto Rilancioha introdotto il beneficio del credito d'imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo destinati allo svolgimento dell'attivita' industriale, commerciale, artigianale, agricola, di interesse turistico o all'esercizio abituale e professionale dell'attività' di lavoro autonomo

Il credito d'imposta è pari al 60 per cento del canone di locazione, di leasing o di concessione di immobili ad uso non abitativo corrisposto nei mesi di marzo, aprile, maggio. Per le imprese alberghiere i mesi di riferimento sono aprile, maggio e giugno 2020.

Sono beneficiari del credito di imposta lavoratori autonomi, imprese, enti non commerciali a condizione di avere ricavi o compensi nel 2019 inferiori a 5 milioni di euro e - per gli esercenti attività' economica – e di aver subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi nel mese di riferimento di almeno il cinquanta per cento rispetto allo stesso mese del periodo d'imposta precedente. 

Il credito d'imposta, dopo il pagamento dei canoni, è utilizzabile in compensazione nel modello F 24. Si può optare in luogo dell’utilizzo diretto per la cessione del credito al locatore o ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito.

Il credito d'imposta di cui al presente articolo non e' cumulabile con quello dell'articolo 65 del d.l. 18/2020.

L’art. 29  d.l. n. 34/2020  prevede un incremento del Fondo nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione, di cui all'articolo 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431, di ulteriori 140 milioni di euro per l'anno 2020.

In caso di accordo di riduzione del canone,  in seguito all'emergenza coronavirus la registrazione della riduzione del canone di locazione, ai sensi dall'articolo 62, commi 1 e 6, del Dl 'Cura Italia', potrà essere effettuata entro il 30 giugno 2020 senza sanzioni e senza pagare le imposte di registro e bollo.

La comunicazione può essere fatta a mezzo pec all'ufficio dove era stata registrata la locazione allegando: la scansione dell'accordo di riduzione; il modello 69 compilato e sottoscritto; la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà di essere in possesso degli originali e l'impegno a depositarli terminato il periodo emergenziale; la copia del documento di identità del richiedente, che deve specificare che la registrazione è esente da imposte (articolo 19, comma 1, Dl n. 133/2014).

L'articolo 65, comma 1, del d.l. 18/ 2020, c.d. Cura Italia” prevede un credito d’imposta per gli esercenti attività d'impresa, conduttori di immobili della categoria catastale C/1 (negozi e  botteghe) .

Il credito è pari al 60 per cento  del canone di locazione di marzo 2020.

La compensazione, dopo il pagamento del canone, deve essere effettuata in via telematica tramite F24. 

Sono beneficiari i locatori titolari di attività di vendita di beni e servizi al pubblico, oggetto di sospensione in quanto non rientrante tra quelle identificate come essenziali.

 

Avv. Giancarlo Renzetti Delegato Cassa Forense per il Lazio 

Altri in DIRITTO

Potrebbe interessarti anche

  • La mediazione ai tempi del COVID

    Il necessario distanziamento sociale che perdurerà, la normativa emergenziale, che spinge sull'utilizzo delle videoconferenze, per le quali i Tribunali italiani non sono ancora pronti, e che cagionerà inevitabili rinvii nelle trattazione dei giudizi,  può costituire un’opportunità per negoziazione e...

    di Elisabetta Lucidi
  • Conversione del decreto “Cura Italia”: le novità in materia penale

    Segnaliamo le principali modifiche apportate all’art. 83 del d.l. 18/2020  dai commi da 12-bis a 12-quinquies introdotti in sede di conversione

    di Lorena Puccetti
  • Le udienze nel processo amministrativo ai tempi del Covid-19

    Il Governo per limitare  il contagio dal  Covid-19 ha adottato una serie di  provvedimenti anche sulla amministrazione della Giustizia, che hanno profondamente inciso sui diritti dei cittadini garantiti dalla Costituzione

    di Sabrina Tosti