La FORENSE CARD – Possibile rimodulare il finanziamento in corso

di Giancarlo Renzetti

Stampa la pagina
foto

La FORENSE CARD è una carta di credito riservata agli iscritti che può essere richiesta on-line, dall'area riservata del sito di Cassa Forense, accedendo alla propria posizione personale.

Per ottenere la Carta è sufficiente essere titolari di un qualsiasi conto corrente bancario o postale.

La Carta non prevede spese di emissione, né canoni annuali, né commissioni sul pagamento dei contributi

Il rilascio della carta e l'affidamento concesso sono a discrezione della Banca Popolare di Sondrio.

La Forense Card è una comune carta di credito, emessa sui circuiti Visa e Mastercard, ma oltre all'utilizzo per acquisti commerciali, in unica soluzione o tramite revolving, ha una seconda linea di credito, dedicata al pagamento dei contributi previdenziali dovuti dall'iscritto a Cassa Forense, ed una terza linea di credito per anticipo di contante, in Italia ed all'estero.

Il pagamento dei contributi avviene in modalità on-line e la relativa quietanza viene resa disponibile dalla Banca Popolare di Sondrio appena completato il pagamento. L’addebito sul conto corrente dell’iscritto avverrà, invece, il giorno 15 del mese successivo.

Ciò consente, senza considerare i tempi ordinari di addebito delle operazioni effettuate a fine mese, di pagare nei termini i contributi, senza sanzioni ed interessi, potendo contare su un più ampio margine temporale per provvedere ad acquisire la necessaria liquidità.

All'atto di ogni operazione di pagamento sarà possibile scegliere quale modalità di rimborso adottare: in un'unica soluzione, ovvero rateale, con un plafond per i contributi previdenziali sino a 25.000 euro.

Nel caso dell’opzione rateale il rimborso avviene attraverso rate mensili, addebitate sul proprio conto corrente, con ricostituzione dei limiti di utilizzo, ad ogni rimborso mensile.

Gli interessi sui rimborsi rateali, dei contributi previdenziali, prevedono un TAN del 6,125% variabile con periodicità di liquidazione mensile, a decorrere dal secondo estratto conto, sino ad un massimo di 12 rate mensili, estendibili con accordo diretto.

Il D.L. 18/20 non ha previsto alcuna sospensione per il credito al consumo come i finanziamenti personali, tra cui rientra la rateizzazione tramite Forense Card dei contributi previdenziali in corso.

BPS ha previsto comunque, su richiesta di Cassa Forense come sostegno economico in favore degli iscritti, la possibilità di una rimodulazione dei finanziamenti in corso, erogati tramite la Forense Card, per contributi previdenziali e prestiti rateali.

Per la rateizzazione dei contributi previdenziali, ad esempio, è possibile, per importi superiori a € 100,00, un allungamento delle scadenze in essere a 6 o 12 mesi a richiesta dell'iscritto.

Per l’anticipo di contante, mediante restituzione rateale, sarà possibile chiedere un nuovo finanziamento con restituzione rateale fino a 12 mesi (anche per un periodo superiore ove richiesto), tale da estinguere il precedente in corso di rimborso ed alleggerire così la rata mensile in questo momento di crisi di liquidità.

Tale rimodulazione non modifica le condizioni economiche in essere e potrà essere richiesta on line da parte dei titolari di Forense Card tramite la propria area riservata sul sito della Cassa, a decorrere dal 1 maggio 2020.

La Forense Card consente, dunque, di versare i contributi previdenziali nei termini anche quando non si ha la liquidità sufficiente per farvi fronte, evitando così l’inadempimento all'obbligo contributivo ed approfittando di una finestra temporale più lunga.

Ciò senza costi aggiuntivi per interessi, laddove si scelga il pagamento a saldo, ossia in unica soluzione (da 15 a 45 giorni a seconda della data in cui versamento viene eseguito); con il pagamento di un interesse a tasso contenuto (senza sanzione alcuna) nel caso di pagamento rateale.

In caso di rimborso rateale è prevista una spesa di € 35,00. Per esemplificare, gli interessi complessivi, su un importo finanziato di € 10.000,00 , su  12 mesi  sono pari  ad  € 308,00,  su 60 mesi sono pari  ad € 1.168,00. Nell'importo è compresa polizza assicurativa che garantisce il debito del pagamento residuo in caso di morte o invalidità permanente del titolare del finanziamento.

Ovviamente nel caso di rateazioni di pagamento per contributi di importo significativo, è opportuna un’attenta valutazione anche di strumenti di finanziamento alternativi, dello stesso o di altri Istituti convenzionati con Cassa Forense, le cui condizioni sono riassunte ed esposte nell'area convenzioni del sito istituzionale.

Rimodulazione ForenseCard  Convenzione ForenseCard

Avv. Giancarlo Renzetti - Delegato Cassa Forense

Altri in AVVOCATURA