Cfnews.it risponde

Inviaci una domanda

Sei un iscritto Cassa Forense e vuoi approfondire una tematica Previdenziale e Assistenziale? Seleziona la categoria di tuo interesse, inserisci il tuo codice meccanografico e il testo della domanda, utilizzando un massimo di 180 caratteri. Selezioneremo i quesiti più interessanti e pertinenti e pubblicheremo in questa sezione la risposta. Si precisa che le domande dovranno avere CARATTERE GENERALE, ai quesiti posti in termini PERSONALI non verrà data risposta e non potranno essere pubblicati. Per domande di tipo personale sulla propria posizione previdenziale, è sempre possibile contattare il nostro servizio di informazione al numero 06 51 43 53 40 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 20.00 e il sabato dalle ore 8.00 alle ore 13.00

Le nostre risposte

Stampa la pagina

Cerca la risposta ad un tuo quesito filtrando le risposte per categoria di appartenenza e/o inserendo una o più parole chiave.

30/05/2022
› ASSISTENZA

In merito al Bando n.1/2022 per l'Assegnazione di Contributi per l'Acquisto di Strumenti Informatici per lo Studio Legale, ho presentato la domanda ma ho allegato il file errato (fattura/bonifico), chiedo se è possibile integrare la domanda presentata con il file corretto.

Ai fini della integrazione/rettifica della domanda inviata è possibile inviare ulteriore documentazione tramite pec bandi@cert.cassaforense.it entro il termine fissato per la scadenza del bando.

21/03/2022
› PREVIDENZA

Il contributo riconosciuto da Cassa Forense in dipendenza del bando strumenti informatici (bando n.4/2021) è soggetto a tassazione e con quali modalità andrà dichiarato nel modello unico 2022?

Il contributo in questione non è soggetto a tassazione in quanto trattasi di un mero rimborso. Per i relativi aspetti fiscali La invitiamo a consultare un consulente di Sua fiducia.

21/10/2021
› ASSISTENZA

Per la domanda del bando 4/2021 acquisto di beni informatici per lo studio non ho la fattura di acquisto del pc e del monitor poiché sono in regime forfettario e non ho bisogno della fattura. E' sufficiente allegare contabile del bonifico con la descrizione di quanto acquistato?

Nella fattispecie rappresentata è possibile inviare la contabile del bonifico con la descrizione del bene acquistato. E’ opportuno precisare che il bando in questione è scaduto il 30 settembre 2021. Pertanto tale documentazione potrà essere inviata solo se trattasi di integrazione alla domanda effettuata entro il termine suddetto.

04/10/2021
› PREVIDENZA

Sono un iscritto alla Cassa ed esercito la professione esclusivamente in forma individuale e in regime forfettario, cosa devo considerare quale fatturato, per capire se ho i requisiti per l’inoltro della domanda di esonero parziale?

Per coloro che sono in regime forfettario, il decreto non riporta alcuna specifica, tuttavia si ritiene che per i professionisti che esercitano esclusivamente in forma individuale e che adottano il regime fiscale ai fini della determinazione del calo del fatturato di almeno il 33%, andranno confrontati i componenti positivi di cui ai righi LM22-27 colonna 3 della Dichiarazione 2021 con gli analoghi riferimenti della Dichiarazione 2020. Si aggiunge a titolo puramente informativo che l’AdE, con risoluzione n. 5/E del 14/5/2021, in occasione del Decreto Sostegni – contributo a fondo perduto che utilizza una terminologia analoga, ha fornito dei chiarimenti sulla modalità di calcolo della riduzione del fatturato per gli anni 2019/2020, che potrebbero costituire un valido precedente

28/09/2021
› PREVIDENZA

In caso di mancato pagamento dei contributi minimi dell' annualità 2020, è possibile, magari attraverso una rateazione delle somme non pagate, poter usufruire dell'esonero contributivo per l’annualità 2021, qualora si posseggono i tre requisiti richiesti?

In sede di compilazione dell’istanza on line di esonero, qualora da una prima verifica automatica eseguita dal sistema informatico, la posizione contributiva non risulti regolare, comparirà un messaggio di Alert nel quale l’utente potrà cliccare e dichiarare che intenderà regolarizzare la posizione contributiva con le modalità che saranno comunicate successivamente dalla Cassa, in tempo utile per eseguire il versamento, che dovrà essere integrale rispetto ai contributi dovuti ed effettuato entro il 31 ottobre 2021, come previsto dall’art. 47bis del D.L. 73/2021.

27/09/2021
› PREVIDENZA

L'aver percepito i contributi previsti dal bando III/2020 per l'acquisto di strumenti infornatici per lo studio legale costituisce motivo ostativo alla presentazione della domanda di ammissione per l'esonero parziale dei contributi soggettivi con scadenza nel 2021? Grazie.

No, potrà procedere all’inoltro telematico della domanda di esonero parziale entro il 31/10/2021, sussistendo gli altri requisiti previsti dal D.M..

27/09/2021
› PREVIDENZA

Con riferimento alla domanda di esonero dei contributi soggettivi per il 2021, il requisito della regolarità contributiva è sanabile dichiarando sulla domanda che si intende regolarizzare la posizione contributiva con le modalità che saranno comunicate successivamente dalla Cassa. Sarà possibile effettuare la rateizzazione pagando la prima rata entro il 31 ottobre oppure dovrà essere saldato l'intero debito entro la stessa data?

In sede di compilazione dell’istanza on line di esonero, qualora da una prima verifica automatica eseguita dal sistema informatico, la posizione contributiva non risulti regolare, comparirà un messaggio di Alert nel quale l’utente potrà cliccare e dichiarare che intende regolarizzare la posizione contributiva con le modalità che saranno comunicate successivamente dalla Cassa, in tempo utile per eseguire il versamento entro il 31 ottobre 2021. Tale versamento dovrà riguardare tutti i contributi dovuti. Eventuali sanzioni e interessi verranno accertati successivamente.

24/09/2021
› PREVIDENZA

Con riferimento alla domanda di esonero dei contributi soggettivi per il 2021, il requisito della regolarità contributiva è sanabile entro i termini della domanda?

In sede di compilazione dell’istanza on line di esonero, qualora da una prima verifica automatica eseguita dal sistema informatico, la posizione contributiva non risulti regolare, comparirà un messaggio di Alert nel quale l’utente potrà cliccare e dichiarare che intende regolarizzare la posizione contributiva con le modalità che saranno comunicate successivamente dalla Cassa, in tempo utile per eseguire il versamento entro il 31 ottobre 2021. Tale versamento dovrà riguardare tutti i contributi dovuti. Eventuali sanzioni e interessi verranno accertati successivamente.