Cfnews.it risponde

Inviaci una domanda

Sei un iscritto Cassa Forense e vuoi approfondire una tematica Previdenziale e Assistenziale? Seleziona la categoria di tuo interesse, inserisci il tuo codice meccanografico e il testo della domanda, utilizzando un massimo di 180 caratteri. Selezioneremo i quesiti più interessanti e pertinenti e pubblicheremo in questa sezione la risposta. Si precisa che le domande dovranno avere CARATTERE GENERALE, ai quesiti posti in termini PERSONALI non verrà data risposta e non potranno essere pubblicati. Per domande di tipo personale sulla propria posizione previdenziale, è sempre possibile contattare il nostro servizio di informazione al numero 06 87 40 40 40 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 21.00 e il sabato dalle ore 8.00 alle ore 13.00

Le nostre risposte

Stampa la pagina

Cerca la risposta ad un tuo quesito filtrando le risposte per categoria di appartenenza e/o inserendo una o più parole chiave.

18/11/2019
› PREVIDENZA

La pensione contributiva può essere conseguita prima del compimento dei 70 anni di età con più di 40 anni di contribuzione alla Cassa?

La pensione di vecchiaia contributiva, di cui all'art. 8 del Regolamento delle prestazioni previdenziali, viene concessa, a domanda, a chi abbia raggiunto il requisito anagrafico della pensione di vecchiaia e non abbia maturato l’anzianità contributiva prevista per la pensione di vecchiaia (69 anni di età e 34 di anzianità contributiva dal 1 gennaio 2019, 70 anni di età e 35 anni di anzianità contributiva dal 1 gennaio 2021), sempre che il richiedente abbia maturato più di cinque anni di effettiva iscrizione e contribuzione e non si sia avvalso dell’istituto della ricongiunzione verso altro Ente previdenziale, ovvero della totalizzazione o del cumulo.

11/11/2019
› PREVIDENZA

La percentuale prevista per la pensione di reversibilità o quella indiretta, non risente in alcun modo della situazione economica-reddituale personale del superstite beneficiario?

Le pensioni di reversibilità e/o indiretta erogate da Cassa Forense ai superstiti dell'iscritto non prendono in considerazione il reddito proprio dell'avente diritto.

05/11/2019
› PREVIDENZA

E' possibile eliminare la riduzione dell'aliquota mensile dello 0,41 sull'emolumento pensionistico base calcolato al momento della domanda? (ai fini del raggiungimento del 40°anno di professione) con quali modalità e tempi? Per gli anni mancanti è possibile versare un riscatto?

I professionisti che raggiunta l'età anagrafica prevista dal trattamento di pensione di vecchiaia anticipata (a partire dai 65 anni) non abbiano il requisito di almeno 40 anni di anzianità ai fini previdenziali, subiscono una riduzione dell'importo di pensione corrispondente allo 0,41 % per ogni mese di anticipo rispetto all'età anagrafica prevista. Tale riduzione è definitiva. Per supplire a tale decurtazione e aumentare la propria anzianità previdenziale è data facoltà al professionista di avvalersi dell'istituto del riscatto il cui relativo onere dovrà essere saldato entro il pensionamento.

30/10/2019
› PREVIDENZA

In caso di cancellazione dall'Albo e quindi dalla Cassa, potrei successivamente iscrivermi nuovamente recuperando ai fini previdenziali anche il periodo iniziale ?

In caso di nuova iscrizione all'Albo e conseguentemente alla Cassa l’eventuale precedente periodo di iscrizione concorre ad aumentare l’anzianità previdenziale sempre che per lo stesso non sia stato richiesto ed ottenuto il rimborso ai sensi degli art. 21 o 22 della L. 576/80. E’ bene sottolineare al riguardo che l’art. 21 della suddetta normativa ha avuto vigenza sino all'anno 2004.

30/10/2019
› INFO CASSA

In caso di cancellazione dall'albo professionale, è dovuto il pagamento dei contributi in scadenza successiva al predetto evento? Per quanto concerne l'obbligo di trasmissione del modello 5 inerente all'anno di cancellazione, in che modo vengono calcolati i contributi da versare?

In caso di cancellazione dalla Cassa l'iscritto è tenuto al pagamento dei contributi dell'anno in corso, nella misura ordinaria (contributi minimi ed autoliquidazione per l'annualità precedente). L'anno successivo alla cancellazione dovrà inviare il mod. 5 per l'anno della cancellazione e provvedere al pagamento dei contributi se dovuti, rispettando le ordinarie scadenze (31 luglio - 31 dicembre).

10/10/2019
› ASSISTENZA

Come si può correggere e/o rettificare il modello 5

La rettifica di dati reddituali, già comunicati alla Cassa tramite il Modello 5, è possibile inviando una nuova Comunicazione. Cassa Forense riterrà validi i dati reddituali dell’ultimo invio. La nuova comunicazione comporterà anche la variazione delle somme da versare in autoliquidazione dove previste.

20/09/2019
› PREVIDENZA

E' possibile dilazionare le rate in scadenza per il 30 settembre con modalità mensile o altra forma di rateazione?

I contributi minimi obbligatori, scadenti il 30 settembre, non possono formare oggetto di rateizzo. È però consentito il pagamento rateale ai titolari della Forense Card, scegliendo l’apposita opzione al momento in cui si esegue il pagamento

05/08/2019
› PREVIDENZA

E' possibile versare il saldo dei contributi soggettivi ed integrativi tramite il modello f24, in maniera tale da poter utilizzare eventuali crediti IRPEF in compensazione?

La compensazione tra crediti IRPEF e contributi dovuti alla Cassa non è possibile in quanto i contributi a Cassa Forense non vengono pagati con F24, tramite la Tesoreria dello Stato, ma direttamente all’Ente mediante MAV. Esiste una previsione legislativa, rimasta in gran parte inapplicata, che prevedeva la possibilità di compensare i contributi dovuti per i dipendenti degli studi legali con il credito verso l’Erario maturati dal professionista. La norma era sottoposta ad una apposita convenzione da stipulare da parte degli Enti, che avrebbe comportato il transito di tutte le entrate contributive dalla Tesoreria Generale (mediante F24), con successivo riversamento all’Ente. L’unico Ente di Previdenza privato che ha ritenuto di aderire a tale convenzione è stata Cassa Geometri.

31/07/2019
› PREVIDENZA

Ai fini del computo dei 5 anni di anzianità contributiva, i suddetti 5 anni di contribuzione devono essere consecutivi?

Gli anni di anzianità contributiva possono essere anche non consecutivi

31/07/2019
› PREVIDENZA

Il versamento della prima rata dell'autoliquidazione su volume d'affari ed IVA del 2018 è vero che può eseguirsi entro il 30 settembre 2019 senza che si incorra in sanzioni? Ma si devono pagare interessi sul ritardo? La rata di saldo è invece confermata alla scadenza ordinaria del 31 dicembre?

Non saranno applicate sanzioni e interessi per i pagamenti in autoliquidazione connessi alla prima rata del Modello 5/2019, in scadenza il prossimo 31 luglio, se effettuati entro il 30 settembre 2019. Resta fermo l'obbligo del versamento della seconda rata, a saldo, nel termine ordinario del 31 dicembre 2019.