Cfnews.it risponde

Inviaci una domanda

Sei un iscritto Cassa Forense e vuoi approfondire una tematica Previdenziale e Assistenziale? Seleziona la categoria di tuo interesse, inserisci il tuo codice meccanografico e il testo della domanda, utilizzando un massimo di 180 caratteri. Selezioneremo i quesiti più interessanti e pertinenti e pubblicheremo in questa sezione la risposta. Si precisa che le domande dovranno avere CARATTERE GENERALE, ai quesiti posti in termini PERSONALI non verrà data risposta e non potranno essere pubblicati. Per domande di tipo personale sulla propria posizione previdenziale, è sempre possibile contattare il nostro servizio di informazione al numero 06 51 43 53 40 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 19.00 e il sabato dalle ore 8.00 alle ore 13.00

Le nostre risposte

Stampa la pagina

Cerca la risposta ad un tuo quesito filtrando le risposte per categoria di appartenenza e/o inserendo una o più parole chiave.

14/06/2024
› PREVIDENZA

È possibile partecipare a distanza al corso di alta formazione professionale sul processo tributario essendo impossibilitato a presenziare alle lezioni in presenza?

il corso sarà trasmesso in streaming sul canale YouTube di Cassa Forense ma senza rilascio di attestato finale di partecipazione né crediti, per avere i quali è necessaria la partecipazione, in presenza, ad almeno 8 lezioni su 10.
Dopo la fine del corso, prevista per metà novembre, e la lavorazione del materiale registrato, le lezioni saranno rese disponibili in modalità FAD sulla piattaforma di Cassa Forense. In tale modalità (FAD), così come in presenza, potranno essere conseguiti sia l'attestato di partecipazione che i crediti formativi.

17/04/2024
› PREVIDENZA

I contributi versati da pensionato che continua ad essere iscritto in che percentuale vengono restituiti all'atto della cancellazione? Contribuiscono in parte ad incrementi del trattamento pensionistico?

I pensionati di vecchiaia iscritti in un Albo forense e percettori di reddito da attività professionale, che successivamente alla decorrenza di pensione hanno continuato a versare la contribuzione soggettiva in sede di modello 5 annuale, alla cancellazione da tutti gli albi professionali, possono richiedere tramite specifica domanda, la prestazione contributiva di cui all’art. 59 del Regolamento Unico della Previdenza, calcolata su una quota del reddito netto professionale dichiarato fino al tetto reddituale annuale stabilito. Detta quota è pari al 2,50% dall’anno 2021.

17/04/2024
› PREVIDENZA

La domanda di maternità alla cassa forense si cumula con la domanda di maternità sul portale inps o l'una esclude l'altra

Le professioniste che intendono avvalersi dell’indennità di maternità presso la Cassa non devono avere diritto ad altra indennità da altra struttura di cui al capo III e XI del d.lgs. n.151/2001. Il diritto all’indennità di maternità può essere richiesto a condizione che la professionista attesti con una specifica dichiarazione l’inesistenza di altro trattamento di maternità come lavoratrice pubblica o autonoma.

16/04/2024
› ASSISTENZA

In base al nuovo Regolamento dell' assistenza (artt. 10 , 11 ), l'iscritto che percepisce la pensione di invalidità può chiedere il contributo per l'assistenza prestata al familiare non autosufficiente ex art. 3 comma 3 L. 104/92?

Beneficiano della prestazione in questione gli iscritti alla Cassa che non risultino pensionati. Pertanto anche il pensionato di invalidità, seppur iscritto attivo, non puo’ accedere a tale istituto.

16/04/2024
› PREVIDENZA

In caso di decesso dell'iscritto già fruitore di pensione di vecchiaia, il coniuge superstite ha diritto alla reversibilità anche se il proprio coniuge ha omesso versamenti e se alcuni contributi sono stati iscritti a ruolo? Inoltre il coniuge può non pagare questi debiti considerato che ha rinunziato all'eredità?

Ogni trattamento pensionistico erogato dalla Cassa, compresa la pensione di reversibilità, presuppone la regolarità dichiarativa e contributiva dell’iscritto. Pertanto per accedere a tale trattamento è necessario regolarizzare eventuali pendenze presenti. In caso di rinuncia all’eredità si ha comunque diritto a percepire la pensione di reversibilità in quanto la stessa è una prestazione in favore dei superstiti avente carattere assistenziale e slegata dalle regole successorie.

16/04/2024
› DIRITTO

Il contributo 4% da esporre in fattura è obbligatorio anche per gli Avvocati hanno aderito alla opzione "regime forfettario"? E più specificatamente anche per Avvocati non applicano la IVA sullo imponibile?

Il contributo integrativo del 4%, è una maggiorazione percentuale che si applica su tutti i corrispettivi rientranti nel volume d’affari IVA indipendentemente dal regime fiscale adottato e deve essere versato alla Cassa indipendentemente dall’effettivo pagamento che ne abbia eseguito il debitore.

05/04/2024
› PREVIDENZA

Perché non è stato ancora pagato l'aggiornamento Istat sulla pensione?

Il CdA di Cassa Forense ha tempestivamente deliberato l'aggiornamento Istat. Cassa Forense per poterlo erogare deve ricevere l'approvazione dei Ministeri Vigilanti. Non appena approvato l'aggiornamento sarà corrisposto a decorrere da Gennaio.

25/03/2024
› PREVIDENZA

Nel caso di cancellazione volontaria dall'albo, l'assegno ordinario di invalidità definitivo erogato da Cassa è suscettibile di possibile revoca o modifica futura, pur avendo cessato la professione?

La pensione di invalidità concessa dalla Cassa in via definitiva continua ad essere erogata anche in caso di cancellazione del professionista dagli Albi e dalla Cassa.

25/03/2024
› PREVIDENZA

E' possibile estinguere anticipatamente rateizzazione concessa per omesso versamento contributi ?

Il professionista che intenda estinguere anticipatamente e per intero un piano rateale già concesso dovrà inviare una richiesta in tal senso a mezzo pec (istituzionale@cert.cassaforense.it) all’esito della quale sarà informato, dal competente ufficio, circa il saldo da versare comprensivo del ricalcolo degli interessi.

25/03/2024
› PREVIDENZA

La richiesta di integrazione al trattamento minimo di una pensione di anzianità, avendo già verificato che la pensione erogata non supererebbe detto importo, va presentata al momento della domanda di pensionamento o in quale momento successivo?

La domanda di integrazione al minimo, fermo restando i requisiti previsti dall’art. 48 del Regolamento Unico della Previdenza, può essere presentata contestualmente alla domanda di pensione o successivamente alla comunicazione dell’avvenuta delibera. Si ricorda che il pensionato dovrà impegnarsi a comunicare variazioni che comportino la perdita del diritto all’integrazione e che in ogni caso la domanda di integrazione dovrà essere ripresentata ogni tre anni.