Banca dati della Cassazione: un servizio gratuito per gli avvocati

di Roberto Uzzau

Stampa la pagina
foto

La convenzione speciale sottoscritta presso il Ministero della Giustizia il 6 febbraio 2020, che consente agli iscritti alla Cassa Forense di utilizzare gratuitamente il servizio di informatica giuridica del Centro Elettronico di Documentazione della Corte di Cassazione, mediante accesso agli archivi Giurisprudenza e Normativa di Italgiureweb, sta finalmente entrando nella sua fase operativa dopo i rallentamenti causati dalla pandemia che ha sconvolto il Paese.

Si tratta di una iniziativa fortemente voluta dai Delegati e dal Consiglio di Amministrazione della Cassa, che ha trovato l'apprezzamento ed il favore dei vertici della Corte di Cassazione e del Ministro della Giustizia.

L'obiettivo raggiunto è in linea con gli investimenti a sostegno della professione che ormai da diversi anni distinguono la politica di welfare attivo adottata e sostenuta dalla Cassa e dal suo Presidente Nunzio LUCIANO.

Da qualche giorno è iniziata la trasmissione delle credenziali di accesso ai colleghi e, non potendosi effettuare un invio massivo a tutti gli oltre 240.000 iscritti, si è ritenuto di cominciare con quelli di più giovane età sul presupposto che soprattutto i neoabilitati abbiano maggiore necessità di attenzione nell'avvio della loro attività professionale.

Ciascun iscritto riceverà una mail con la quale si comunica che accedendo alla propria posizione personale è rinvenibile nella homepage un nuovo link denominato "Banca Dati Cassazione", cliccando sul quale si aprirà la pagina contenente i suoi “Dati Autenticazione” e, in Pdf, il materiale necessario per conoscere, familiarizzare ed utilizzare al meglio il servizio offerto.

Nella stessa pagina, cliccando su “ItalgiureWeb” si viene immessi nella relativa homepage e, a questo punto, bisogna fare attenzione in quanto non occorre alcuna registrazione per fruire del servizio.

Basta infatti cliccare su una qualsiasi delle voci indicate nel menu della homepage (ad esempio la prima dell'elenco Giurisprudenza: “CIVILE Massime civili Corte di Cassazione”), e sarà a quel punto che il sistema chiede di inserire le credenziali ricevute.

Si faccia attenzione in quanto il “Nome utente” sembra essere il proprio codice fiscale ma in realtà da questo differisce nella parte finale, per cui è necessario trascriverlo correttamente.

Giurisprudenza, Normativa e Schemi sono i contenuti immediatamente disponibili per la consultazione. Non lo è, per il momento, la Dottrina, che si confida potrà essere oggetto di futura, separata pattuizione.

Il servizio sarà reso fruibile a tutti gli iscritti nell'arco di poche settimane.

Buona navigazione!

Avv. Roberto UZZAU - Consigliere di Amministrazione Cassa Forense

Altri in INFO CASSA