Ultima chiamata per i Bandi di Cassa Forense in scadenza il 2 dicembre 2019

di Giancarlo Renzetti


foto

Alle ore 24,00 del 2 dicembre 2019 scadrà il termine per poter presentare le domande per partecipare ai bandi per contributi per: orfani, titolari di pensione di reversibilità o indiretta; per studenti universitari, figli di iscritti alla Cassa; per iscritti con figli in asilo nido e/o scuole materne.

Si riportano i dati essenziali dei Bandi in scadenza:

  • BANDO n. 1/2019 per l’assegnazione di borse di studio per orfani, titolari di pensione di reversibilità o indiretta (art. 6 lett. c Reg. Assistenza) Il contributo lordo è di: € 1.000,00 per la scuola primaria; € 1.500,00 per la scuola secondaria di primo e secondo grado; € 2.500,00 per la frequenza di università o istituti a essa equiparati; € 3.500,00 per la frequenza di università o istituti a essa equiparati, ubicati in un comune distante più di 100 km da quello di residenza del beneficiario Il Bando è riservato agli orfani, titolari di pensione di reversibilità o indiretta erogata dalla Cassa, con un'età inferiore ai 26 anni che: - frequentino nell’anno scolastico/accademico 2018/2019, - la scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado o l'università o istituti a essa equiparati; - siano in regola con il corso di studi frequentato; - abbiano un ISEE non superiore a € 30.000,00; Per tale bando è stato previsto uno stanziamento di € 300.000,00 La domanda deve essere inviata esclusivamente a mezzo PEC a bandi@cert.cassaforense.it.
  • BANDO n. 2/2019 per l’assegnazione di borse di studio in favore di studenti universitari, figli di iscritti alla Cassa (art. 6 lett. d Reg. Assistenza). Il contributo è di: € 2.500,00 lordi per la frequenza di università o istituti a essa equiparati; € 3.500,00 lordi per la frequenza di università o istituti a essa equiparati, ubicati in un comune distante più di 100 km da quello di residenza del beneficiario. Il Bando è riservato a studenti universitari o di istituti equiparati, nell’anno accademico 2018/2019, figli di iscritti a Cassa Forense - non sospesi né cancellati dall’Albo ed in regola con l’invio dei Mod.5 – che: -non siano oltre il primo anno fuori corso; -non abbiano superato i 26 anni di età; -abbiano superato i 4/5 degli esami con una media non inferiore a 27/30; -abbiano un ISEE non superiore a € 30.000,00; La domanda deve essere inviata esclusivamente a mezzo PEC a bandi@cert.cassaforense.it.
  • BANDO N.8/2019 per l’assegnazione di contributi in favore di iscritti con figli in asilo nido e/o scuole materne (art. 14 lett. a7) Il contributo è di € 1.000,00 per ciascun figlio che frequenti, nell’anno educativo/scolastico 2019/2020, l’asilo nido o la scuola materna, comunale, statale o privata. Il contributo è ridotto al 50% per chi abbia già usufruito del contributo stesso. Il Bando è riservato agli iscritti che: - non siano sospesi dall'Albo ai sensi dell'art. 20 della L. n° 247/12, né cancellati dall’Albo; - siano in regola con l’invio dei Mod.5; - abbiano un reddito professionale inferiore ad € 50.000,00. Per tale bando è stato previsto uno stanziamento di € 3.000.000,00 La domanda deve essere inviata esclusivamente tramite l’apposita procedura on-line attivata sul sito internet della Cassa www.cassaforense.it.

Per ogni ulteriore informazione su tali bandi e sulle altre misure di welfare per la professione, la salute e famiglia consultate il sito .

Avv Giancarlo Renzetti Delegato Cassa Forense 

Altri in ASSISTENZA

  • La Polizza Long Term Care (LTC) di Cassa Forense

    Per gli iscritti a Cassa Forense garantita – in modo automatico e gratuito - rendita mensile in caso di non autosufficienza Il tema della non autosufficienza ricopre un ruolo centrale nell'ambito del...

    di Simone Lanzidei
  • Convenzioni Cassa Forense

    Cassa Forense ha sottoscritto una convenzione in favore degli  iscritti con Imperatore Travel World, relativa  all'offerta  di soggiorni, a condizioni agevolate, in strutture alberghiere di alta...

  • Cassa Forense: domanda di assistenza indennitaria

    L'istituto dell'assistenza indennitaria veniva disciplinata per la prima volta dall’ art. 18 della legge 11 febbraio 1992 n. 142 contenente “Modifiche ed integrazioni alla legge 20 settembre 1980,...

    di Davide de Gennaro